Storie di uomini che indossano i collant – puntata 4

Nuova puntata dedicata a chi come me ama le calze, ma è costretto a indossarle sotto i pantaloni o di nascosto, quando nessuno se ne accorge.

Raccolgo molto volentieri le vostre confidenze e confessioni e poi le riporto qui per dare testimonianza di gusti, passioni e tendenze. E anche di quanto sia difficile alle volte raccontare o parlare di queste cose con chi ci conosce.

 

In questo post due testimonianze.

I nomi sono di fantasia ovviamente. Questa è la storia di Ricki: “Non so come iniziare, le calze mi hanno sempre colpito, prima le 30-40 den (che nemmeno sapevo cosa fossero) nere non troppo coprenti non troppo trasparenti, poi ho allargato la visuale. Fascino 40 Sisi furono il primo paio posseduto e danneggiato. E’ stata la prima cosa che ho imparato: indossare collant non è facile per un principiante. Comunque alla fine ci sono riuscito e dai 40 den iniziali ho spaziato fino a 12 (fuori produzione) e ai 20 e Metropol 40. La sensazione di morbidezza nell’indossarle supera il piacere di vederle indossate. La mia ragazza per fortuna ne ha una discreta varietà”.

 

E questa è la storia di Piero:  “Come avrai capito vado matto per calze e collant sulle donne, Sembra una cosa normale essere attratto dalle gambe (e dalle calze) delle donne, però è ancora qualcosa che un po’ nascondo agli altri all’età di 32 anni. Per fortuna la mia compagna ha capito quanto mi eccitano le calze e lei le indossa nella media, anche se essendo freddolosa ne mette anche troppe poche per me. In intimità però ormai le autoreggenti non mancano mai, merito mio che gliele regalo appena possibile. Invece la mia esperienza nell’indossare collant la sto realizzando negli ultimi mesi, perché per lavoro ora sono costretto a stare fuori città ed anche causa del freddo, mi sono comprato un paio di collant 40denari. Devo dire che indossarli è una sensazione fantastica, anche molto eccitante e mi è anche capitato di uscirci (sotto i pantaloni ovviamente) per andare al cinema o a lavoro e poi la sera rilassarmi a casa rimanendo solo con quelli. Mi piacerebbe dire alla mia compagna di indossarli insieme, ma non so come la prenderebbe e mi sentirei in forte imbarazzo…Per me ormai non c’è molta differenza tra un paio di collant coprenti ed i leggings da uomo per correre (che io uso per andare in moto)”.

 

 

Come vi ho sempre detto avvicinarsi ai collant e indossarli non è facile, coscienti di essere diversi da una donna e di essere guardati in modo strano. Le esigenze di chi lo fa sono diverse, dal senso di appagamento a quello del proibito, dall’eccitazione alla funzionalità. Sicuramente non stiamo parlando di niente di eccessivamente fuori dal comune, visto che esistono diverse aziende che le producono e che hanno proprio proposto una linea. Le aziende italiane ancora non hanno fatto “coming out” ma sono coscienti che tra gli uomini ci sono molti clienti..e non solo per fare regali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *