Look da matrimonio…scegliere le calze giuste

Abbiamo visto nel post precedente quali sono i colori, gli abiti e gli stili da adottare per un matrimonio. La cosa che abbiamo sicuramente imparato è che bisogna fare una netta differenza tra un matrimonio di giorno e uno di sera.

Secondo il Galateo le calze andrebbero indossate SEMPRE ai matrimoni, durante qualsiasi stagione dell’anno… obbligatorie anche in estate, ma siamo sinceri, chi ce la fa ad indossare le calze con le alte temperature? Nonostante le regole, nessuno le indossa. Diciamo dunque che dalla primavera inoltrata ad ottobre potreste anche essere esentate, per tutti gli altri giorni non potete farne a meno.

Obbligo per la madre della sposa  o dello sposo e per la testimone, che ha un ruolo importante rispetto ad altre invitate. Consigliate su abiti corti, si potrebbe chiudere un occhio su abiti lunghi.

Calza autoreggente grigio perla velata, colore sobrio ed elegante. by calze Ileana

Calza autoreggente grigio perla velata, colore sobrio ed elegante. by calze Ileana

Se il matrimonio è di giorno in estate e in primavera vanno benissimo gli abiti chiari, color pastello, le fantasie floreali e colorate… sotto dei vestiti di questo tipo la calza se c’è va messa molto chiara. La classica calza da cerimonia che c’è ma non si vede, per cui consiglio tutta la serie seamless (senza cuciture) dagli 8 ai 15 denari, versione collant o autoreggente, magari con un effetto leggermente abbronzato, così da togliere dalle imperfezioni e quel pallore tipico delle gambe appena scoperte. Evitate calze che vi stringano troppo e che creino inestetismi sotto i vestiti, a meno che non optiate per una linea shape, se avete problemi di curvy, allora vi consiglio un collant push up con azione ventre piatto.

Logicamente una calza chiara va benissimo per il giorno o la sera nella bella stagione, la potete pensare anche in versione microrete, che è più contenitiva e ha quell’effetto quasi inesistente. Evitate le calze color carne sopra i 20 den, troppo coprenti con colori innaturali e le calze effetto lucido, veramente brutte.

Cercate di trovare tinte opache il più naturale possibile. Oroblu, Ori, Levante sono i brand di cui ho potuto testare calze di questo tipo, anche un modello “nuditè” di Philippe Matignon potrebbe andare bene. Un altro consiglio utilissimo per le cerimonie estive e per chi non può fare a meno delle calze sono i collant con il piede spuntato da indossare con i sandali.

calze con al riga con un piccolo disegno arabescato

calze con al riga con un piccolo disegno arabescato

Se invece il matrimonio è d’inverno o in autunno, in questo caso la calza è obbligatoria. Calza chiara o nera  15/20/40 den (dipende dalle temperature), molto elegante, anche con la riga dietro se avete un abito lineare come un tubino o un tailleur, soprattutto la sera. Se volete concedervi un vezzo, sempre se avete un abito tinta unita, molto semplice nella linea potete concedervi una calza effetto tattoo, un piccolo disegno o ricamo sulla caviglia.. qualcosa di piccolo, sobrio ed elegante. Niente di troppo grande, nessuna fantasia eccessiva, certe di essere minimal. Nel caso il vostro vestito sia colorato o a fantasia sul nero allora la calza va in tinta unita nelle gradazione sopra elencate.

No alle calze a rete nere, troppo sexy, e no alle calze a rete con la maglia larga, si potrebbe rischiare l’effetto salsicciotto. No alle calze coprenti e colorate e no ai leggings che sono entrambi sportivi e casual. Ricordarsi di acquistarne sempre due paia nel caso di improvvise smagliature.

Inoltre quando si hanno scarpe con tacchi alti, da portare per più ore, la calza aiuta a far scivolare meglio il piede nella calzatura e a non far venire le vesciche, effetto secondario, molto sgradevole e da tenere in considerazione!

Madame G.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *