Calze color carne:la guida per non sbagliare

Sta per arrivare la primavera e molte di voi pensano a svestire le gambe o alleggerirle con le calze adatte. Basta con le calze coprenti e scure, sta per arrivare la stagione delle calze velate e chiare.

Ma secondo voi le calze color carne sono cheap o chic? Ecco qui il vademecum definitivo che sfaterà ogni dubbio sul dilemma moda più discusso  di sempre

Il collant color carne, è tornato di moda, inutile negarlo, colpa o merito è di Kate Middleton, che lo ha riabilitato da tempo da accessorio “granny-style” a capo bon-ton.
La rivoluzione è partita dal cuore di Buckingham Palace alcuni anni fa. Sembra strano parlare d rivoluzione, quando fino a qualche decennio fa le calze erano chiare, nere, velate o coprenti e a rete. Poi il fashion e la creatività ha travolto il mondo legwear e allora abbiamo messo da parte le calze classiche e le calze color carne sono divenute per molte esclusivo appannaggio di qualche nonna poco alla moda.

Questo perché le fashion-icons hanno sempre preferito andare in giro a gambe nude anche in pieno inverno piuttosto che mettere delle calze color carne.

Oggi le cose sono cambiate: i collant nude tornano ad essere un accessorio da avere nel cassetto, perché – che piaccia o no – esistono situazioni nelle quali non si può assolutamente farne a meno.

Veniamo subito al sodo: quando, come e dove indossare l’accessorio le calze “nude”?

Ecco qui per voi una piccola guida su alle calze color carne, senza commettere scivoloni di stile e indossarle sempre in modo impeccabile e al momento giusto.

Come scegliere il collant nude

I termini “nude” e “color carne” non dovrebbe lasciare dubbi in proposito, anche ci sono ancora troppi errori in giro sull’argomento. Questo tipo di calze dovrebbe essere una seconda pelle, una sorta di fondotinta e mascherare le piccole imperfezioni delle gambe in modo invisibile, impalpabile e super-naturale.

Regola numero 1 – prestare particolare attenzione alla tonalità: non deve essere “vicina” a quella dell’incarnato, non basta che sia “simile” al colore della pelle, deve essere semplicemente perfetta per le proprie gambe. Questo significa che i collant “color carne” sono molto personali e vanno scelti con estrema attenzione.

Regola numero 2 – riguarda invece i denari. La tonalità giusta non basta infatti, la calza nude deve essere velatissima e lasciar vedere la gamba.
Opta dunque per collant tra gli 8 e i 20 denari al massimo oppure preparati al tanto temuto effetto “granny”, sempre pericolosamente dietro l’angolo.

Regola numero 3 –quando scegliete il vostro collant tenete presente che potrà trasformarsi anche in un alleato perfetto per mascherare, rimodellare, contenere. Via libera per tutti i modelli push-up e body-shaper, che aiuteranno ad unire alla gamba nuda senza imperfezioni anche una bella silhouette.

Quando indossare i collant color carne

Da sempre il galateo vuole che le calze nude siano indossate regolarmente a matrimoni, cerimonie ed eventi particolarmente eleganti.

Le calze colorate, a fantasia e le coprenti in generale sono troppo sporty, mentre le calze a rete o in pizzo sono troppo sexy o troppo glamour. Restano dunque in lizza praticamente solo i velati neri, in generale meno semplici da abbinare, soprattutto nella bella stagione e con abiti chiari da giorno.

Nelle occasioni che richiedono outfit classici ed eleganti le calze color carne vivono il loro momento di gloria: indispensabili e da considerarsi assolutamente chic.
Ma non ci sono solo le cerimonie. A queste si aggiungono le occasioni più formali come per esempio una colazione di lavoro o un meeting importante che richiedono una gamba “vestita”. Il collant trasparente è qui un’opzione più che valida da portare sotto il tailleur o il tubino.

Regola numero 4 – o chiamiamola un preziosissimo consiglio. Punta dritta sulle texture opache, infinitamente più discrete, raffinate e meno rischiose, a meno che non siate J-Lo o Rhianna in una delle loro performance, tenetevi a debita distanza da tutti gli effetti glossy e lucidi.

Regola numero 5 – è bene puntare sul color carne quasi unicamente in caso di occasione formale o molto elegante. Le calze nude non si adattano ad outift casual o sporty, quindi meglio lasciarli nel cassetto e usarle solo quando sono richieste.

Regola numero 6 – essendo delle calze molto classiche i collant color carne sono banditi in abbinamento a mini-dresses con anfibi, chelsea-boots o sneakers.

Regola numero 7 – dosare con cautela anche gli accostamenti a materiali, o accessori stilosi, come la pelle, gli stivaloni cuissardes o il denim. E per gli abbinamenti glam meglio puntare sulle novità assolute in materia di nude, come le proposte con tattoo.

2 Di risposte to “Calze color carne:la guida per non sbagliare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *