Il look da cerimonia perfetto per le donne in carne.

Maggio è il mese delle cerimonie e trovare il look giusto è un compito arduo soprattutto per le donne in carne.

Iniziamo da una regola di base, ciò che va bene per una cerimonia mattutina non va bene per una cerimonia pomeridiana, ciò che va bene per un battesimo non sempre è adatto a un matrimonio.

Quindi partiamo dal mattino e dalle cerimonie più sobrie come battesimi e comunioni oppure matrimoni in comune.

Per queste occasioni è consigliato il corto che nel caso delle donne curvy va declinato con attenzione.

Per le cerimonie mai andare sopra il ginocchio, il rischio è di sembrare veramente poco eleganti. Ricordiamo che nell’eleganza i centimetri sono importantissimi, 5 centimetri in più sono sempre la scelta migliore!

Per il giorno assolutamente sì al colore.

Non cadiamo nella trappola di pensare che il colore scuro ci doni di più e ci faccia sembrare più slanciate.

Consistenza e forma sono essenziali per il look perfetto.

Se il nostro corpo somiglia a un cilindro, quindi senza punto vita accentuato, magari con la pancia importante ma le gambe slanciate il vestito giusto attira lo sguardo in alto.

Suggerirei  una scollatura speciale seppur non eccessivamente profonda, con trasparenze che attraggano su collo e viso l’attenzione, come nell’abito rosa in foto (zalando)

 

Se invece abbiamo un corpo a clessidra è necessario scegliere un abito non troppo scollato, che allarghi le spalle e sottolinei la nostra forma per poi allargarsi sotto l’ombelico.

 

Il tessuto deve essere sottile, svolazzante, che si muova con noi a ogni passo dando una sensazione di leggerezza anche ai corpi più pesanti, un esempio è questo di Asos, qui in azzurro.

 

 

 

Per le cerimonie più importanti nelle quali è richiesto il lungo come i matrimoni serali le regole cambiano.

Gli abiti lunghi sembrano più facili per le donne in carne, ma la gestione dei volumi è invece difficilissima, perché per ottenere l’effetto di slanciare la figura tipico degli abiti lunghi è necessario rispettare delle regole.

Se siamo bassine il trucco è accoppiare dei dettagli che attirano l’attenzione in alto, come in quest’abito blu di Little Mistress Curvy.

Una pioggia di punti luce sulle maniche trasparenti  aiuta ad attirare lo sguardo sul viso. La chicca di questo abito è però lo spacco, profondo ma non eccessivo che da immediatamente verticalità alla figura, anche se minuta.

 

 

 

 

Diversissimo è invece questo abito in verde, che sfrutta l’asimmetria dello scollo e la trasparenza per rompere ogni struttura corporea.

La struttura speciale dell’abito mimetizza il corpo ma lo valorizza con lo scollo a cuore sormontato dal monospalla trasparente. Il tessuto impalpabile è perfetto per quella sensazione volatile che dà.

 

Qualunque sia la vostra scelta è importante che ricordiate che metà dell’eleganza è data dall’abito, ma l’altra metà è data dal portamento. Sentitevi belle e lo sarete.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *