Collant premaman, senza rinunciare a essere trendy

Le calze più adatte per accompagnare la donna durante gli ultimi mesi di gravidanza sono sicuramente i collant premaman. Quando il pancione comincia a essere prominente e un po’ ingombrante e anche delicato, questi assecondano i cambiamenti del corpo ed assicurano il giusto grado di contenimento.

Le calze specifiche per la gravidanza rispetto alle calze normali sono realizzate in tessuto traspirante, hanno cuciture piatte, un pannello elasticizzato che asseconda e protegge il pancione, la schiena e la vita alta con un elastico regolabile. Va, infatti, detto che è sempre importante sostenere i muscoli addominali per non lasciarli rilassare troppo e quelli della schiena, che potrebbero risentire del peso della pancia e poi non dimentichiamo le gambe, che spesso risentono del peso e tendono a gonfiarsi, indolenzirsi e avere problemi circolatori anche col manifestarsi di vene varicose.

Proprio pensando alle gambe esistono dei collant premaman a compressione graduata che possono essere utili per favorire la circolazione e il ritorno venoso, alleviando i gonfiori e la pesantezza agli arti inferiori tipici della gravidanza. Le calze a compressione graduata, infatti, sono raccomandate anche per prevenire la trombosi venosa profonda, il cui rischio per le donne incinte aumenta di 3-5 volte rispetto al normale.

Calze premaman elastiche

Le calze premaman elastiche sono utili per favorire la circolazione, combattere il ristagno dei liquidi, prevenire le varici. Si tratta, dunque, di veri e propri dispositivi medici che esercitano una precisa pressione a livello della caviglia, in base al tipo di calza.

Le calze di classe 1, sono collant terapeutici che producono una pressione di 20/30 mmHg alla caviglia. In genere vengono prescritte immediatamente alle donne che hanno già varici o insufficienza venosa profonda. Sono indicate anche per tutte le altre donne, ma solo oltre il quinto mese di gestazione.

Le calze premaman elastiche di classe 2 producono una pressione di 30/40 mmHg alla caviglia e sono indicate per insufficienze venose ad elevata pressione, oppure a seguito di parti cesarei.

Le calze per la gravidanza di classe 3, infine, producono una pressione di 40/50 mmHg alla caviglia e sono indicate per insufficienze venose associate a sindrome post trombo- flebitica o a gonfiore costante.

Per la scelta della taglia è fondamentale misurare la circonferenza delle caviglie, delle cosce e l’altezza della tibia.

Sul mercato esistono davvero tantissimi modelli di collant per la gravidanza, in diversi colori, taglie, modelli e fantasie, tutti resistenti e dotati di ottima vestibilità: dalle calze velate e color nudo a quelle nere e coprenti. Apparentemente le calze studiate su misura per le donne in gravidanza sono identiche alle altre. Se ne trovano di vari colori e di diversi denari, alcuni brand propongono anche leggings, autoreggenti e calze a fantasia, per essere di tendenza anche se si è in dolce attesa. Così da non scontentare nessuno. Parola d’ordine per tutte: comodità! Le calze vanno portate dal terzo mese di gravidanza fino a due mesi dopo il parto o fino alla fine dell’allattamento.

Trasparenze

Dove comprarle?

Oggi le trovate con facilità da per tutto, ogni brand di calze ha i suoi modelli per esempio ci sono le calze premaman di Calzedonia, in 30 e 60 denari (12,95 euro); ci sono quelle di Pompea e quelli di Trasparenze. E poi tutti i negozi e i reparti premaman hanno i collant adatti, come Prenatal e addirittura H&M. Se digitate calze premaman su Google da Zalando, amazon fino a Ebay vi proporranno modelli in quantità.

Ma se vogliamo andare sul tecnico cercate quelle di Calzitaly, che propone collant classici o a fantasia e leggings.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *